L' Ente Bilaterale della provincia di Alessandria
 

L'Ente Bilaterale Terziario Distribuzione e Servizi e l'Ente Bilaterale del Turismo della Provincia di Alessandria (EBT) sono un'associazione senza scopo di lucro nata, conformemente a quanto previsto dagli art. 17-18-19-20-21 del CCNL del Terziario,e art. 14-15-16 del CCNL del Turismo Pubblici Esercizi in accordo con Associazione Commercianti di Alessandria e FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTuCS-UIL. L'EBTT(Ente Bilaterale Terziario e Turismo) ha il compito di dare alle imprese la possibilità di applicare in modo più articolato i Contratti Collettivi di categoria, di erogare servizi a imprese e lavoratori, di semplificare le procedure burocratiche. Ad oggi l'Ente Bilaterale, dopo accurato esame delle pratiche da parte della Commissione Tecnica Paritetica: • approva contratti di apprendistato con durata di 48 mesi; • rilascia pareri di conformità per contratti di apprendistato professionalizzante. .Promuove l’incontro tra chi cerca e chi offre lavoro, determinate dalle riforme in atto,attraverso una banca dati. .Organizza attività formative con Formazione di tipo tradizionale (professionale ed imprenditoriale, cioè), autofinanziata o con contributi pubblici (FSE), ma anche formazione a distanza e continua;corsi di formazione e riqualificazione professionale affinché i lavoratori possano accrescere le proprie competenze e predispone anche progetti formativi per le nuove figure professionali specificamente richieste dal mercato .L'Ente Bilaterale è competente in materia di orario di lavoro (flessibilità) .Iniziative di sostegno per le imprese ed i lavoratori: -corsi sulla sicurezza D.L. 81 -Costituzione di Rappresentanti Territoriali RLST -Borse di Studio per 3 livelli Scolastici -Assegno per copertura acquisto libri di testo. -Quote a favore di famiglie con soggetti portatori di handicap. L'Ente Bilaterale Terziario e Turismo della Provincia di Alessandria è retto da uno Statuto e da un Regolamento approvato per la disciplina delle sue attività. continua -->
 
 
In primo piano: la legge 81 sulla Sicurezza
 

Il datore di lavoro adempie all’obbligo di legge di consegnare al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza il documento di valutazione dei rischi, anche consegnando lo stesso attraverso supporto informatico utilizzabile solo su terminale video messo a disposizione del rappresentante. Tale modalità consente, infatti, la disponibilità del documento in qualsiasi momento ed area all’interno dei locali aziendali, non pregiudicando lo svolgimento delle funzioni del rappresentante. A precisarlo è il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con interpello n. 52, del 19 dicembre 2008. continua -->
 
 
Il sistema della rappresentanza territoriale dei lavoratori
 

I Rappresentanti Territoriali sono designati congiuntamente dalle OO.SS. dei Lavoratori firmatarie e formalmente comunicati all’Ente Bilaterale Territoriale e all’O.P.P.per la Sicurezza, previa verifica che gli aspiranti siano in possesso dei requisiti necessari, l’O.P.P.ratifica con propria delibera la designazione dei Rappresentanti Territoriali per la Sicurezza e contestualmente assegna a ciascuno di essi il proprio ambito territoriale di competenza. continua -->
 
 
Test